Disponibile Firefox 57, più velocità e ridotto uso della memoria

di Macity

Mozilla ha rilasciato Firefox 57. L’ultima release del browser per Mac, Windows e Linux porta in dote al browser un nuovo “motore”. L’applicaione è ora multiprocesso, importante novità che ha richiesto diversi anni di sviluppo e test su più sistemi e installazioni prima di essere disponibile per tutti.

Mozilla ha rilasciato Firefox 57, ultima release del browser per Mac, Windows e Linux identificata interamente con il nome in codice “Quantum”. GLi sviluppatori hanno riprogettato alcuni elementi dell’interfaccia ma soprattutto integrato migliorie in termini di velocità e gestione della memoria. A loro dire Firefox 57 è fino al doppio più veloce rispetto alla versione 52 e il nuovo “motore” usa il 30% di memoria RAM in meno rispetto a Google Chrome.

Già in precedenza gli sviluppatori avevano isolato un componente fondamentale del motore interno di Firefox (il compositore grafico), mettendolo in esecuzione in un processo separato dal processo principale del browser. Il compositore determina che cosa venga visualizzato sullo schermo fondendo in un’unica immagine tutti i livelli di grafica elaborati dal browser, un po’ come accade con i livelli delle immagini in Photoshop.

In Firefox 57 è stata adottato l’architettura multi-processo basando il funzoonamento sull’esecuzione di più processi che permettono di suddividere meglio il carico di lavoro sulla CPU.

Secondo Mozilla, Firefox funziona meglio di Chrome: quest’ultimo crea processi separati per ogni scheda e ognuna di questa consuma centinaia di megabyte di memoria RAM, motivo per il quale il browser di Google ha sempre avuto da questo punto di vista una pessima reputazione. Quantum sfrutta un approccio multiprocesso, scelta che dovrebbe rendere Firefox più reattivo e meno soggetto a blocchi.

Altra importante novità riguarda i componenti aggiuntivi: programmi che possono aggiungere funzioni supplementari a Firefox, modificarne l’interfaccia utente o cambiarne l’aspetto. In passato spesso è capitato che estensioni abbiano smesso di funzionare a ogni rilascio di una nuova versione di Firefox, poiché gli sviluppatori erano tenuti ad aggiornarli ogni sei settimane al fine di garantirne la compatibilità. Inoltre, dal momento che con le estensioni è possibile modificare direttamente il codice di Firefox, è stato possibile per alcuni malintenzionati includere codice malevolo in estensioni apparentemente innocue. Per far fronte a questi problemi, nell’ambito di un più generale progetto di modernizzazione di Firefox, Mozilla ha previsto la transizione a un nuovo framework di sviluppo delle estensioni per il browser. Le estensioni create con il nuovo standard sono più sicure, più stabili e continueranno a funzionare nelle future versioni di Firefox. Sarà sempre possibile personalizzare il programma così come accade adesso, ma le estensioni non potranno inficiare il funzionamento del browser.

A partire dalla versione 57 di Firefox nel browser potranno funzionare soltanto le estensioni sviluppate con questa nuova tecnologia (WebExtension API). La gran parte delle estensioni più diffuse è già compatibile, quindi gli utenti non dovrebbero notare alcun cambiamento. Per sapere se è installata un’estensione incompatibile, basta (da Firefox) aprire la scheda di gestione dei componenti aggiuntivi facendo clic sul pulsante dei menu (l’icona con i tre trattini) e successivamente su Componenti aggiuntivi (o digitando about:addons nella barra degli indirizzi in una nuova scheda e premendo Invio). Dalla scheda di gestione dei componenti aggiuntivi dovrebbe essere possibile trovare le alternative consigliate per le estensioni obsolete

Altre novità riguardano meccanismi di protezione antitracciamento e il supporto alla tecnologia WebVR (una specifica di con API Javascript per avere accesso ai dispositivi della realtà virtuale Oculus Rift, HTC Vive, Samsung Gear VR o Google Cardboard, nel browser).

Firefox 56 si scarica da questo indirizzo. Se il browser è già istallato nel vostro Mac potete verificare se è aggiornato aprendo il menu “Firefox”, selezionando “Informazioni su Firefox”: verranno ricercati e installati eventuali aggiornamenti.

Let's block ads! (Why?)

Continua a leggere su Macity

ultimo aggiornamento: 14/11/2017 20:41:18