Utilità Manifesta

di Utilità Manifesta

da Corriere Sociale

di Giulia Polito

youth in action

MILANO – Povertà e fame zero, educazione e parità di genere, innovazione, ambiente: sono tanti e ambiziosi gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) promossi dalle Nazioni Unite per coniugare la crescita economica con la tutela del pianeta e il rispetto dei principi di equità sociale. In questo contesto i giovani ricoprono un ruolo fondamentale nello sviluppo di soluzioni innovative per il raggiungimento di modelli sostenibili. Da questa convinzione è nato il concorso «Youth in Action for
Sustainable Development Goals» promosso da Fondazione Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e nato per raccogliere e premiare le migliori idee progettuali in grado di favorire il raggiungimento degli SDGs.

La migliore idea sarà presentata a New York alla International Conference on Sustainable. A ciascuno dei proponenti sarà poi offerto uno stage retribuito. Fondazione Bracco è tra i partner dell’iniziativa nell’ambito del suo progetto Diventerò e a sostegno dell’obiettivo 3 “Good Health and Well-Being”, perché «la buona salute è un fattore determinante per la qualità della vita delle persone e del benessere della collettività». Un tema che in Italia passa dal fenomeno dell’invecchiamento della popolazione, dalla prevenzione delle malattie croniche, dalla copertura sanitaria universale e dall’accesso ai servizi. E su cui c’è ancora bisogno di investire tanto, in ricerca certo, ma soprattutto in sensibilizzazione. Campi in cui i giovani, con la spinta giusta, possono davvero fare la differenza.

L'articolo Salute e sostenibilità, al via il concorso per le migliori idee “giovani” proviene da Utilità Manifesta.

]]>

Let's block ads! (Why?)

Continua a leggere su Utilità Manifesta

ultimo aggiornamento: 07/08/2017 03:16:07